Recensione in anteprima: “Chase nell’ombra” di Amy Lane.

chaseinshadowitlg

DATA DI PUBBLICAZIONE 22 SETTEMBRE

Titolo: Chase nell’ombra

Autore: Amy Lane

Pagine: 372

Serie: Serie Johnnies. Vol 1.

12003925_1142633509098325_7187590030045743726_n

Chase Summers: un ragazzo d’oro. Una bella ragazza, dei buoni amici e un futuro promettente.

Ma nessuno conosce il vero Chase.

Chase Summers ha una lametta da rasoio appoggiata al polso e l’odore dell’addio al suo amante appiccicato alla pelle. C’è una porta nel suo cuore, così spaventosa che preferirebbe morire piuttosto che aprirla, e le bugie che ha utilizzato per tenerla chiusa diventano più deboli a ogni tocco proibito. La vita di Chase è in disfacimento e la decisione di liberare la sua sessualità in segreto ha contribuito a mandare in pezzi la sua mente più velocemente.

Chase ha la possibilità di vivere un amore vero e salvarsi. Può anche aver incontrato Tommy Halloran nel mondo del gay a pagamento – mondo in cui non importa il numero di amanti, l’importante è girare una buona scena – ma se vuole la guarigione che l’amore di Tommy ha da offrirgli, dovrà trovare il coraggio di lasciare l’ombra del passato per la luce del sole. Potrebbe voler dire chiedere troppo a un uomo che ha passato tutta la vita a nascondere il suo vero io. Chase lo sa fin troppo bene: le sole cose che prosperano nell’oscurità di un cuore sono i demoni personali che amano guardarci sanguinare.

12039410_1142633489098327_4135367336217358776_n

Come avrete ormai immaginato io preferisco i romanzi difficili, quelle storie che ti piallano il cuore come un sadico falegname, e quando Bubbetta mi ha ordinato di recensire l’ultima uscita della Lane ho esultato neanche avessi vinto alla lotteria. Perché vedete, se la Sexton mi ruba il cuore, la Lane me lo strappa, lo fa a pezzetti, lo stufa in casseruola e me lo tira in faccia, lasciandomi confusa a chiedermi chi guidasse il camion che mi ha travolto durante la lettura.

Tutto questo per dire che mi è piaciuto? Oh sì!

Ma partiamo dai personaggi principali: Chase, il protagonista, è il classico etero. Studente, lavora nell’edilizia, vive con la fidanzata che stra-ama, progetta di sposarla, farci dei figli e vivere tutti felici e contenti in una casetta fino alla fine dei suoi giorni. Peccato che questa non sia solo una finzione, ma è il più grande desiderio di Chase: lui non vuole sentirsi attratto dagli uomini. Desiderare un rapporto fisico omosessuale per lui è la sconfitta più grande, l’apoteosi di tutte le colpe – non vi dico perché, ma quando lo capirete non potrete fargliene una colpa.

Così Chase si unisce alla squadra di Johnnies, un gruppo di uomini in teoria etero – molto in teoria – che girano porno gay a pagamento. Per Chase è come un miracolo: potersi comportare come desidera, senza che nessuno glielo rinfacci o lo giudichi. Poter toccare un uomo, baciare un uomo, scopare un uomo, e riceverne approvazione. Il fatto che venga pagato è un gradito bonus, ma non è il motivo per cui entra nel mondo del porno – anche se è una buona scusa da usare con i colleghi.

“Allora perché lo fai?”

Perché solo così mi sento libero. Perché così posso toccare chi voglio anche se solo per uno stupido contratto di lavoro. Voglio avere un motivo per stare in mezzo a dei bei ragazzi e non dovermi preoccupare se la mia mano gli sfiora il culo o se il mio braccio indugia sulle spalle un po’ troppo a lungo, non dovermi scusare per la mia fissazione per le ascelle e non dovermi preoccupare di quello che gli altri sanno o pensano di me.

“Voglio comprarmi una casa,” rispose Chase.

Sul set incontra Tango, il cui vero nome è Tommy, e se ne innamora. È il classico colpo di fulmine: attratto dal suo aspetto fisico lo avvicina e da tale vicinanza nasce l’amore, naturalmente ricambiato. Tommy non è perfetto, ha la sua bella dose di problemi, tra cui la bulimia, ma Chase continua a non sentirsi degno di lui. Perché? A causa delle sue bugie, naturalmente: Chase mente alla fidanzata tradendola sia fisicamente che sentimentalmente, mente al lavoro frequentando Tommy, mente al mondo intero presentandosi come etero. Chase ha così tante vite nascoste che cerca in ogni modo di troncare con Tommy, ed è proprio questo che lo porterà alla scena di cui leggiamo nella sinossi: una lametta in mano, un taglio lungo il polso, il sangue che scorre.

Mi sono innamorato di un ragazzo che ho conosciuto su un set gay-for-pay e lui mi ha tradito quando ancora non stiamo insieme, perché ho dovuto lasciarlo per tornare dalla mia ragazza.

Chase vive realmente solo quando è libero sul set, o quando si trova fra le braccia di Tommy. sono due tipi di libertà diversa: quella sul set è solo un’illusione, mentre la sua vera vita è con Tommy. Ma saperlo non impedisce a Chase di compiere una vagonata di cazzate!

“Come hai passato il Natale? “chiese, la voce piatta. “Scusa, non te l’ho chiesto prima.”L’ho passato fingendomi un essere umano funzionante. Abbiamo tutti le nostre fantasie.

Come ormai avrete capito questo è un romanzo complesso, complicato e molto doloroso. I personaggi presenti, anche quelli secondari e stronzi fino al midollo – tipo il padre di Chase – soffrono, e l’unica a non soffrire è la fidanzata di Chase, all’oscuro di tutto fino a quando è troppo tardi. Devo ammettere che non è stato facile da leggere, nonostante la mia propensione alle letture difficili, ma proprio per questo l’ho amato: mi ha lasciato un segno dentro che non se ne andrà facilmente – un cuore in casseruola non è facile da far guarire!

La mia valutazione è 4 arcobaleni e mezzo. La storia ne avrebbe meritati 5 cum laude, ma purtroppo ci sono due particolari che non ho apprezzato molto: Tommy e il suo desiderio – che scoprirete alla fine -, accettato con troppa tranquillità. E una scelta stilistica della Lane, che alterna vari piani temporali, mandandomi in confusione: ci sono le scene porno sono scritte come se noi fossimo degli spettatori davanti al pc, poi ci sono i vari balzi temporali avanti e indietro. L’idea è bellissima, ma all’inizio crea tantissima confusione, costringendo il lettore a una seconda lettura. A me piace rileggere fino alla nausea certi romanzi, ma devo farlo per piacere personale, non perché altrimenti rischio di perdermi dei pezzi.

4,5 arcobaleni

Un piccolo appunto sulle scene di sesso: Amy Lane sei bravissima! C’è sesso e sesso, a seconda del contesto, e lei riesce a rendere in maniera precisa e mai volgare sia il sesso sul set, che quello pregno d’amore fra i protagonisti. Si capisce quando è Chase a fare l’amore, e quando è Chanche l’attore porno a scopare – perdonate il termine, ma è esattamente quello che fa.

.Pinkie.

12039704_1142621269099549_5283794116798001573_n

(Clicca sull’immagine per la pagina Facebook)

***

Annunci

One thought on “Recensione in anteprima: “Chase nell’ombra” di Amy Lane.

  1. Pingback: Amy Lane | smemoranduM/M

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...