“Black Wings” di Bubbetta. Capitolo 1.

nnn

CAPITOLO 1

La Sala dell’Alleanza era stracolma dei sovrannaturali prescelti per l’Ascesa.

Il brusio di voci era così incessante e fitto da riuscire a procurare un fortissimo mal di testa a Zacharel.

Si trovava in disparte ma questo non riusciva a frenare il nervosismo e irritazione che lo stava attanagliando. Non avrebbe risposto di sé se non si sbrigavano a terminare quel riassunto su cosa consistesse l’Ascesa, riassunto che si teneva da ormai secoli ma a quanto pareva i sovrannaturali ci tenevano a ribadire le inutilità.

Tutto questo insieme di elementi fonti di irritazione erano conditi dalla voce squillante, anche troppo, di Era che sfoggiava un vestito degno della notte degli Oscar ma che non riusciva a migliorare il suo aspetto rotondetto e pensare che ancora cercava di oscurare la ormai leggendaria bellezza di Venere. L’angelo rimane sempre stupito dalla stupidità di certi screzi tra sovrannaturali e soprattutto di quelli che riguardavano il Pantheon Greco-Romano. Almeno i celti e egizi non disturbavano le notti con i rumori di litigi e uso di poteri a sproposito.

Spostando il pese sul piede sinistro e incrociando le braccia, Zacharel si mise nella posizione ottimale per studiare i suoi eccitati compagni di viaggio sulla Terra.

Per quel nuovo evento del felice Regno celeste era stato deciso che avrebbero partecipato quattro sovrannaturali del Pantheon Greco- Romano ed erano Apollo “possibile che pure l’aria in torno a lui fosse intrisa della sua supponenza ?”, Atena, Ade e Mercurio.

Quest’ultimo aveva sempre incuriosito Zacharel sia perchè si teneva in disparte rispetto agli altri Dei e Semi-Dei e sia perchè molto probabilmente era l’essere più affine agli angeli essendo il leggendario messaggero degli dei.

Ma Zacharel sapeva che non era solo una curiosità quella che aveva per messaggero alato. Inclinando un po’ più la testa verso il Deo potè osservare la sua carnagione abbronzata avvolta da una maglia azzurra, che aderiva perfettamente ai muscoli sodi del torace, abbinata a un magnifico paio di occhi azzurri come il Cielo del Signore. L’aura che lo circondava però era scura e intrisa di solitudine e malinconia eppure l’ogni presente sorriso sulle sue labbra carnose smentiva quei sentimenti cupi…

CONTINUO AL SEGUENTE LINK:

https://www.wattpad.com/171762175-black-wings-capitolo-1/page/2

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...